Cosa c'è dietro allo Snow Rugby di Tarvisio? Una squadra eccellente che lavora 365 giorni l'anno 

Cosa c'è dietro allo Snow Rugby di Tarvisio? Una squadra eccellente che lavora 365 giorni l'anno 
19.10.2018 12:43 di RNFVG Redazione  articolo letto 19 volte
Cosa c'è dietro allo Snow Rugby di Tarvisio? Una squadra eccellente che lavora 365 giorni l'anno 

Il torneo di Snow Rugby di Tarvisio e, oramai, uno degli eventi maggiormente interessanti e strutturati del panorama invernale del Friuli Venezia Giulia. Una vera e propria eccellenza. Questo, chiaramente, è frutto di un lavoro certosino e strutturato che coinvolge una vera e propria squadra che lavora, si confronta e si riunisce per tutto il corso dell'anno. <<Diciamo che se siamo arrivai a questo punto è per merito di un sacco di persone che, nel corso degli anni si sono sempre rese disponibili per aiutare e supportare l'evento - commenta Alberto Stentardo, presidente dell'Alp Rugby Tarvisio, società che coordina l'evento del rugby sulla neve - ognuno di noi ha la propria mansione e cerca di farla la meglio e questo serve per arrivare preparati e garantire a chi viene a questa manifestazione il meglio, tanto dal punto di vista dell'accoglienza, quanto delle garanzie di qualità del torneo>>.  Ogni persona ad un compito e oggi vi sveleremo le cariche più importanti dello Snow Rugby di Tarvisio: 

- Alberto Stentardo: presidente e vulcanico tuttofare. Gioca sempre con il gatto delle nevi e il trapano per la neve come un vero Yeti
- I Power Rangers: Davide Macor (Vice Presidente), Enrico Turello, Mattia Not e Valerio Amodeo: giocano con telecamere e computer per gli effetti speciali, audio e video piu' o meno "live"
- Cesare Zambelli #ioincasettanoncivado: fa di tutto prima del torneo e poi mai presente alla manifestazione, ma soprattutto corregge Alberto 365 giorni l'anno e litiga con Davide Macor. 
- Mario Stentardo: ricercatore di sponsor e tesoriere. Se non ci fosse lui, a cui manco piace il rugby, il torneo non sarebbe a questi livelli. Ha un debole per Gigi d'Alessio. 
- Nicole Corva: la designer del torneo. Tra una grafica e l'altra è anche mamma pilone e leader in campo delle Valchirie. 
- Claudio Gentil . Coordina le squadre di lavoro. Monta i tendoni, sistema i campi, conquista le donne straniere con il suo fare da uomo di montagna. Neanderthal il suo sopranome in codice
- Francesco Lento: Speaker ecosostenibile  e finto referente per il mondo arbitrale. Va a messa ogni domenica per espiare le colpe dello staff blasfemo
- Giada Cortellazzo: giocatrice, hunter di squadre e si prepara al Torneo con tenacia e determinazione, ma soprattutto smettendo di fare aperitivi per #quasiunasettimana. 
- Elisa Petrucci: una volta contraddiceva Alberto (assieme a Davide Macor). Ora si dedica a fare la mamma. 
- Fabio Petrillo: se mangiate durante il torneo lo dovete alla sua abilità di coordinare la cucina. Durante le riunioni nel corso dell'anno di solito è in ferie, in spiaggia, al mare insomma. 
- Giulia Matiz: non ci azzecca di rugby ma compensa il fascino che manca allo speaker tecnico
- I volontari della Valcanale: tutti le ragazze e i ragazzi più o meno giovani che si fanno in 4 e i "giovinastri" del Liceo Bachmann .....senza i quali tutto cio' non sarebbe possibile