Una Benetton a trazione friulana supera anche Edinburgo. Gli udinesi Rizzi e Lazzaroni rispettivamente in meta e man of the match

03.03.2019 19:36 di RNFVG Redazione   Vedi letture
Una Benetton a trazione friulana supera anche Edinburgo. Gli udinesi Rizzi e Lazzaroni rispettivamente in meta e man of the match

Marcatori: 2’ p. Van Der Walt, 31’ p. McKinley, 45’ meta Cannone, 54’ meta Johnstone tr. Van Der Walt, 68’ meta Rizzi tr. Rizzi, 80’ p. Rizzi

 

 

Benetton Rugby:

15 Luca Sperandio, 14 Ratuva Tavuyara, 13 Marco Zanon, 12 Alberto Sgarbi (c), 11 Monty Ioane, 10 Ian McKinley (67’ Antonio Rizzi), 9 Dewaldt Duvenage, 8 Toa Halafihi (67’ Robert Barbieri), 7 Giovanni Pettinelli, 6 Marco Lazzaroni, 5 Niccolò Cannone (55’ Marco Barbini), 4 Irné Herbst, 3 Marco Riccioni (63’ Tiziano Pasquali), 2 Tomas Baravalle (51’ Hame Faiva), 1 Nicola Quaglio (40’ Derrick Appiah)

 

A disposizione: 21 Giorgio Bronzini, 23 Tommaso Benvenuti

 

Head coach: Kieran Crowley

 

 

 

Edinburgh Rugby:

15 Tom Brown, 14 Damien Hoyland, 13 James Johnstone, 12 Chris Dean (76’ Mark Bennett), 11 Jack Blain, 10 Jaco van der Walt, 9 Henry Pyrgos (c) (76’ Nathan Fowles), 8 Ally Miller, 7 Hamish Watson (50’ Senitiki Nayalo), 6 Luke Crosbie, 5 Callum Hunter-Hill (40’ Ben Toolis), 4 Fraser McKenzie, 3 WP Nel (41’ Pietro Ceccarelli), 2 David Cherry (24’ Ross Ford), 1 Pierre Schoeman

 

 

Head coach: Richard Cockerill

 

 

 

In uno Stadio Monigo quasi tutto esaurito partono bene gli ospiti con il piazzato di Van der Walt dopo due minuti di gioco. Edimburgo continua ad avanzare ma i Leoni si rendono protagonisti di una buona difesa riuscendo a tenerli lontano dalla zona pericolosa con Riccioni che li costringe al tenuto.

Poco dopo è Halafihi a replicare permettendo a McKinley di mandare i suoi nella metà campo avversaria. Al 13’ gli scozzesi commettono in avanti, la mischia nei 22 m ospiti con introduzione biancoverde viene vinta da quest’ultimi che provano a rendersi pericolosi andando in touche sui 5 m. Nella giocata successiva l’ovale viene strappato dalle mani di Riccioni.

Al 19’ altra irregolarità commessa da Edimburgo, Leoni nuovamente dentro i 22 m avversari. I biancoverdi provano ad impostare una maul ma gli ospiti sono bravi a recuperare il possesso del gioco.

Nei minuti successivi gli scozzesi tengono l’ovale nel tentativo di trovare varchi scoperti ma la difesa del Benetton fa buona guardia non concedendo avanzamenti. Al 39’ ottima giocata sulla fascia tra Ioane e Duvenage, un uomo di Edimburgo non rotola via ed è calcio per i Leoni che scelgono in andare in touche.

Dalla rimessa laterale Sgarbi e compagni provano a giocarla guadagnando un calcio di punizione, questa volta McKinley va per i pali portando il punteggio sul tre pari. Nel finale di primo tempo Halafihi costringe gli ospiti ancora una volta al tenuto, McKinley sposta l’azione dentro i 22 avversari ma questi sono bravi a difendere ed annullare ogni avanzamento dei Leoni.

 

La prima frazione di gioco termina quindi sul 3 a 3.

 

La ripresa vede al 48’ Tavuyara mettere pressione agli scozzesi con un grubber che termina fuori sui loro 5 m. Ford lancia storto ed i Leoni possono quindi approfittare di una mischia in zona pericolosa. Le cariche arrivano prima da Sgarbi e McKinley, ci prova anche Baravalle ed infine è Cannone a concretizzare i pick and go dei propri compagni. Dalla piazzola McKinley colpisce il palo.

Nei minuti seguenti Edimburgo tenta di alzare la pressione con il grubber di Dean ed al 53’ l’aggressività scozzese porta alla meta di Johnstone, abile a sgusciare tra le maglie biancoverdi; Van der Walt aggiunge i due punti della trasformazione.

All’66’ grazie ad uno splendido offload di Barbini, i Leoni entrano nei 22 avversari ma ancora una volta l’asfissiante pressione di Edimburgo permette loro di recuperare il pallone in ruck. Nell’azione successiva Schoeman concede un calcio di punizione ai biancoverdi che ne approfittano per giocare il vantaggio: Ioane calcia a seguire, Rizzi appena entrato è lesto ad inseguire l’ovale e schiacciarlo in meta prima che termini fuori. Lo stesso numero 22 trasforma dalla piazzola portando il punteggio sul 15 a 10.

Negli ultimi minuti gli uomini di coach Crowley sono bravi a vincere un’importante mischia e scelgono di andare in touche provando a tenere l’ovale. Rimessa laterale giocata senza troppi rischi, tentativo di costruire un drive con Duvenage che poi serve Sgarbi per la prima carica. Possesso ancora in mano dei Leoni che ottengono anche un calcio.

Il giovane mediano di apertura supportato dal boato dello Stadio Monigo indica i pali, sistema l’ovale sulla piazzola, prende la rincorsa e sigla i tre punti che chiudono di fatto il match.

 

Allo Stadio Monigo il Benetton Rugby batte Edimburgo 18 a 10.