La Juvenilia riprende (continua) a correre 

La società della bassa friulana continua l'attività con entusiasmo e tanta voglia di tornare al Rugby 

14.01.2021 16:27 di RNFVG Redazione   Vedi letture
La Juvenilia riprende (continua) a correre 


La Juvenilia Bagnaria Arsa riprende l'attività dopo le feste e mette nel mirino il 7 marzo 2021, data ufficializzata dalla FIR (Federazione Italiana Rugby), per la ripresa dell'attività ovale che manca oramai da quasi un anno. In questo contesto, poi, la FIR ha anche aggiornato il protocollo per poter riprendere il rugby giocato dal 1° di febbraio. Per agevolare la graduale ripresa degli allenamenti, infatti, in vista della ripresa delle competizioni di interesse nazionale così come definite dalla tabella CONI e previste - in base alle disposizioni ad oggi in vigore ed all’evoluzione della pandemia -  per domenica 7 marzo, in base al nuovo protocollo, sarà possibile svolgere dall’11 gennaio al 31 gennaio 2021 allenamenti senza contatto e sarà possibile per i Club prevedere l’utilizzo della palestra e degli spogliatoi nel rispetto dei principi di distanziamento sociale. 
Dall’1 febbraio 2021, per tutte le Società partecipanti ai campionati di interesse nazionale, sarà invece autorizzata la regolare ripresa degli allenamenti di contatto, degli allenamenti congiunti e delle amichevoli.
L'attività di interesse nazionale autorizzata dal protocollo prevede il Peroni TOP10, la Serie A Maschile e Serie A Femminile, la Serie B, la Serie C Girone 1, l'U18 Maschile e l'U16 Maschile. <<Noi ci stiamo organizzando nuovamente - commenta Francesco Cirinà, club manager della Juvenilia - non avendo, in realtà, mai smesso con gli allenamenti, stiamo riprogrammando in vista del futuro. La massima attenzione è rivolta ancora alla sicurezza e alla tutela della salute dei nostri tesserati, ma c'è tanta voglia di tornare al rugby normale. Sarà un periodo lungo, in particolare per il nostro minirugby, che deve continuare con l'attività individuale, anche se i nostri educatori sono coinvolgenti con i nostri piccoli atleti e questo è un aspetto che ci sta permettendo di vedere sempre piccoli rugbisti entusiasti e divertiti>>.